Palabrasenelviento

Palabras en el viento

Don Gallo con gli occhi aperti

leave a comment »

Un prete, una volta, arrivò a Potosì dall’Europa. Potosì era allora una sorta di sistema cardiocircolatorio, tanto che su quelle “vene” Eduardo Galeano ci ha scritto un intero libro: “Le vene aperte dell’America latina”. Erano vere e proprie vene al cui interno, oltre al sangue dei lavoratori, scorreva argento a fiumi nonché di tanto in tanto qualche goccia d’oro. Il salasso alla gola della montagna permetteva di “aggregare” l’Argento e di farne lingotti, a milioni. Una volta imbarcati nel porto di Arica attraversavano l’oceano per gettarsi sui porti delle rive dell’Europa: la guerra è progresso, e costa.
Potosì era, nel 1600, la città più cara del mondo per ciò che riguardava le mercanzie europee: alcool di contrabbando, seta francese, vetro di Venezia, avorio indiano e chi più ne ha più ne metta; a buon mercato erano reperibili solo foglie di coca, che ammazza la stanchezza e permette di lavorare anche venti ore al giorno.
Quando uscivano dalla montagna, i “lavoratori”, dopo una intera settimana passata sottoterra, avevano gli occhi chiusi perché abbagliati dalla luce e le schiene incurvate dai picconi e rigate dalle frustate: tre o quattro anni di lavoro per crepare di silicosi o di stenti.

Il prete vede passare davanti a sé questi spettri e non può far altro che sbarrare gli occhi, e guardare.

“Non posso guardare… non posso continuare a guardare queste anime che saltano su dall’inferno!” dice ai soldati che l’accompagnano.

“Allora guardi altrove, o chiuda gli occhi!”

“Non posso chiuderli, se li chiudo vedo di più!

Complice una serata di caldo opprimente ieri sera ho ascoltato senza guardare l’ultima requisitoria del Don Gallo alla TV, standomene sul mio terrazzo comodamente adagiato su una sdraio. Grappa, sigaretta e l’idea che sì, a volte è vero, non sempre l’abito fa il monaco. Oltre l’uomo, in questo caso, c’è un prete che non può chiudere gli occhi.

Annunci

Written by Ezio

23 agosto 2011 a 15:24

Pubblicato su Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: