Palabrasenelviento

Palabras en el viento

Occaso

leave a comment »

L’Occidente, ai giorni nostri, è un soldato che si lancia su Falloudja a bordo di un carrarmato Abraham M1 ascoltando dell’hard rock a pieno volume. È un turista perso in mezzo alle pianure della Mongolia, irriso da tutto e che serra tra le mani il suo Bancomat come unica ancora di salvezza. È un manager che prende le sue decisioni giocando una partita a golf. È una ragazza che cerca la sua felicità tra i vestiti, i ragazzi e le creme idratanti. È un attivista svizzero dei diritti dell’uomo che si reca ai quattro angoli del pianeta, solidale con ogni rivolta, a patto che sia stata sconfitta. È uno spagnolo che se ne fotte della libertà politica da quando gli è stato garantita quella sessuale. È un collezionista d’arte che vende all’ammirazione stupefatta della gente, e come ultima espressione del genio moderno, un secolo di artisti che, dal surrealismo all’azionismo viennese, hanno fatto a gara per chi sputasse meglio in faccia alla civiltà. È infine un esperto di cibernetica che ha trovato nel buddhismo una teoria realista della coscienza e un fisico delle particelle che è andato a cercare nella metafisica induista l’ispirazione delle sue ultime intuizioni.
L’Occidente è questa civiltà che è sopravvissuta a tutte le profezie sul suo crollo attraverso un singolare stratagemma. Come la borghesia ha dovuto negarsi in quanto classe per permettere l’imborghesimento della società, dall’operaio al barone, come il capitale ha dovuto sacrificarsi in quanto rapporto salariale per imporsi come rapporto sociale, divenendo capitale culturale e capitale di salute tanto quanto capitale finanziario, come il cristianesimo ha dovuto sacrificarsi in quanto religione per sopravvivere come struttura affettiva e ingiunzione diffusa all’umiltà, alla compassione e all’impotenza, l’Occidente si è sacrificato in quanto civiltà particolare per imporsi come cultura universale. L’operazione può riassumersi così: un’entità agonizzante si sacrifica come contenuto per sopravviversi in quanto forma.

(Comitato invisibile)

Annunci

Written by Ezio

1 agosto 2011 a 18:40

Pubblicato su Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: