Palabrasenelviento

Palabras en el viento

Primo maggio

with 2 comments

Lingg, Fischer, Parsons, Engel, Spies. Erano cinque e ad aspettarli, quel giorno, c’era la forca.

Spies aveva narrato dell’anarchia descrivendola come l’ingresso nella vita, e si avviò al patibolo nel più totale silenzio.
Engel era conosciuto per la sua mira, e chiese del vino portoghese e fece ridere con una barzelletta chi assisteva sotto il patibolo.
Parsons era bravo con le parole, che usava come una frusta o una lunga lama, e strinse le mani ai suoi compagni prima che il boia gliele legasse.
Fisher, tra uno spinta e l’altra, cantava La Marsigliese, mentre gli infilavano il cappio al collo.
Lingg non aspettò la forca, si fece esplodere in bocca della dinamite.

José Martì non si trovava a Chicago per caso: scrittore, giornalista, narratore, descrisse la scena come quando si freme e ci si sbatte impotenti davanti al pianto di un neonato.
Non sapeva ancora (e forse non seppe mai) che i lavoratori di tutto il mondo, grazie anche al suo articolo, avrebbero resuscitato quei cinque uomini ogni primo di maggio di ogni anno a venire.

Annunci

Written by Ezio

1 maggio 2011 a 19:20

Pubblicato su Senza Categoria

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Mi hai fatto venire la pelle d’oca amico mio! Anche se in questo weekend non ci siamo visti, siamo sempre più vicini, molto più di quanto si pensi! Grazie, un abbraccio

    nico

    1 maggio 2011 at 21:59

  2. Grazie per le belle parole, Nico. Questo weekend, nonostante la festa del primo maggio, ho dato una mano (forse due) al trasloco del compagno giovane; e non è ancora finito del tutto…
    Un abbraccio

    Ezio

    1 maggio 2011 at 23:16


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: