Palabrasenelviento

Palabras en el viento

Sessantacinque

leave a comment »

Otto anni dopo il misfatto il senatore McCarthy ebbe a dire di lui: “È il principale compagno di strada del comunismo!” Otto anni prima di questa frase Einstein si era sentito l’ideatore, il finanziatore, il costruttore, e poi – finanche – colui che aveva schiacciato quel maledetto bottone. Forse, addirittura, colui che aveva pilotato l’Enola Gay. La storia ci dice che non è stato lui a costruire la bomba (Segrè, fino a pochi giorni dalla propria morte, parlò di pacificazione avvenuta grazie all’abnegazione e  all’impegno suo, di Fermi e di Oppenheimer. E giurò di non essere pentito e – anzi – di aver salvato il mondo da una guerra infinita.) però la bomba difficilmente sarebbe stata costruita senza l’impegno, l’ingegno e le scoperte in ambito fisico da parte del buon Albert.

Einstein sogna ora di essere un altro, di essere da sempre un altro. Sogna di essersi dedicato fin dalla nascita all’oscuro e inoffensivo mestiere del parrucchiere o del calzolaio; sogna di essersi dedicato per tutta la vita alle pianticelle dell’orto o agli studi sul comportamento delle api. Sogna di essersi dedicato a tutto tranne che estirpare i segreti della natura che poi altri hanno usato per distruggerla e per distruggere la vita.
Anni prima, poco dopo la pubblicazione della relatività generale, Howard Georgi così lo descrisse: “Scarmigliato, malinconico ed etereo, sembra sempre in procinto di sprofondare sotto l’enorme peso del proprio sapere.”

Sapeva, Einstein. E oltre a sapere credeva. Credeva in una scienza in grado di rivelare la simmetria l’eleganza e la bellezza del mondo e dell’universo e in grado di essere al servizio dell’uomo anziché del potere.
Ora, dopo il 6 agosto, il più celebre degli scienziati mostra gli occhi più tristi e malinconici del mondo.

Annunci

Written by Ezio

6 agosto 2010 a 16:27

Pubblicato su Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: