Palabrasenelviento

Palabras en el viento

Riflessi

leave a comment »

È mezzogiorno e James Baldwin sta camminando con un amico per le vie dei quartieri di Manhattan. Il semaforo rosso li ferma ad un incrocio.

Guarda – gli dice l’amico indicando per terra.

Baldwin guarda. Non vede niente

Guarda, guarda.

Niente. Lì non c’è niente da guardare, niente da vedere. Una sudicia pozzanghera d’acqua contro il marciapiede e nient’altro. Ma l’amico insiste:

Non vedi? Riesci a vedere?

E allora Baldwin fissa lo sguardo e vede. Vede una macchia d’olio tremolante nella pozzanghera. Poi nella macchia d’olio vede l’arcobaleno. E più all’interno, dentro la pozzanghera passa la strada, e la gente passa per la strada, i naufraghi e i pazzi e i maghi, passa il mondo intero, meraviglioso mondo pieno di mondi che nel mondo sfolgorano; e così, grazie ad un amico, Baldwin vede, per la prima volta in vita sua, vede.

Imparando a vedere
(E. Galeano)

Annunci

Written by Ezio

4 agosto 2010 a 21:01

Pubblicato su Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: