Palabrasenelviento

Palabras en el viento

Viva i combattenti maschi

leave a comment »

Il fiume Tapaiòs brulica di carne e canoe, qualcuna va all’assalto e qualche altra fugge. Poco prima erano apparsi due brigantini colmi di balestre con l’aggiunta di qualche archibugio e ora, le canoe, cominciano ad affondare una ad una, squarciate e bucate: troppa la differenza di armamento.
Claudia, la strega, appare all’improvviso portando con sé il sortilegio.
Altre canoe, tante, troppe, appaiono sulla riva del fiume con dentro le femmine guerriere: belle, nude, scandalose, immorali, feroci, sanguinarie, affamate di carne di guerra e di trofei. Le canoe coprono il fiume alla vista e i brigantini tentano la fuga, anche controcorrente, trafitti da migliaia di frecce tanto da sembrare istrici. Le donne combattono e ridono al contempo, graziose e sciolte, lascive e oscene.
Carnali. Carnivore. Crudeli.
I pochi uomini rimasti vivi sui brigantini sapevano di loro perché di loro avevano sentito narrare, come fossero leggenda. Avevano sentito storie su queste signore del sud, su questo villaggio di donne senza uomini tra loro. Non ci avevano creduto fino al momento della loro apparizione, ora sono obbligati a crederci.

Dicono che le amazzoni affogassero i figli nati maschi, e che nel momento della necessità facessero la guerra ai villaggi vicini dove catturavano uomini da portare al villaggio. Li tenevano con loro una sola notte e poi li restituivano. Dicono anche che così facendo catturassero giovani e restituissero vecchi…

I pochi scampati alla battaglia sul fiume arrivano finalmente in mare aperto, ancora a bordo dei brigantini che avevano costruito col legno degli alberi della foresta e coi chiodi ricavati dai ferri dei cavalli morti e mangiati per non crepare di fame, appesantiti dalle frecce e colmi di cadaveri
Si lasciano, stanchi e privi di tutto, alla deriva, riposando e pregando Dio.
Pregano ad alta voce il Dio Cristiano che, per quanto numerosi possano essere i futuri nemici, siano almeno maschi.

Annunci

Written by Ezio

9 aprile 2010 a 21:01

Pubblicato su Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: