Palabrasenelviento

Palabras en el viento

Di che colore è la pelle dei negri?

leave a comment »

Rosarno

Le luci avanzano violando l’oscurità: colpi di luci elettriche contro le luci dei fuochi. E le luci elettriche strappano e sbiancano le facce nere al buio, nere come il buio, fantasmi della notte; e le inchiodano contro i muri. I funzionari e i politici non toccano niente, non si sporcano le mani che tengono infilate nelle tasche della giacca, magari coperte da guanti bianchi. Parlano, senza dire. Guardano con gli occhi socchiusi per non sporcarseli di nero. Parlano con la bocca socchiusa e coi denti stretti, per non sporcarseli di nero. Parlano ancora, e ancora senza dire ordinano la deportazione: separano i negri dai bianchi, gli appestati dai sani, i lavoratori dai padroni che non pagano. Domani, dopo cinquecento anni, ci sarà una nuova Sublimis Deus: il papa parlerà al ministro e al funzionario di polizia, e con gli occhi socchiusi con le labbra socchiuse e coi denti stretti ribadirà che da ben cinque secoli anche i negri sono esseri umani, dotati di anima e di ragione.

Annunci

Written by Ezio

9 gennaio 2010 a 23:55

Pubblicato su Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: