Palabrasenelviento

Palabras en el viento

La donna di Cortés

leave a comment »

A lui ha dato un figlio, e per lui ha schiuso le porte dell’impero. Da quattro anni è sua interprete e consigliera, moglie e concubina, madre e sorella. Non è una donna ma un’ombra, e da ombra di Cortés cavalca con lui, alla sua destra e alla sua sinistra. È Azteca ma veste da spagnola, così nessuno riconosce la bella signora che arriva accompagnando i nuovi padroni. Malinche cavalca un sauro, e come lui annusa l’aria sulla riva del fiume in cerca dei nascondigli dove, vent’anni prima, gli fu insegnata la magia e il timore, l’angoscia e il prodigio. Dove, vent’anni prima, sua madre la vendette strappandola dalle viscere della terra messicana per darle una vita di schiavitù. Ora l’odore del nascondiglio si fa più forte, e Malinche lo segue. Quando sua madre riconosce nella donna vestita con abiti di seta la bambina venduta vent’anni prima le si getta ai piedi e chiede perdono, e piange, e poi ancora piange. Lei prende sua madre per le spalle e la solleva, poi le mette al collo la collana che indossa e l’abbraccia e la bacia sulla fronte; poi risale sul sauro e parte insieme con chi era venuta: gli spagnoli.
Malinche non ha nessun motivo per odiare sua madre, il tempo di vendicarsi ce lo ha da quattro anni, da quando è stata regalata a Cortés; da allora non c’è messicano che non tremi al suo passaggio, un suo sguardo con gli occhi da serpente è sufficiente per far penzolare un principe da un ramo e la sua gloria verrà narrata ben oltre la sua morte. Il suo fantasma dalla tunica scura e dai capelli neri e lunghi continuerà a destare terrore e contribuirà a distruggere e umiliare le terre distrutte e umiliate quando era in vita, da Chapultepec allo Yucatàn.

Annunci

Written by Ezio

30 dicembre 2009 a 16:25

Pubblicato su Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: