Palabrasenelviento

Palabras en el viento

Oggi come ieri

leave a comment »

In una città, in una città qualunque…

Ai crocicchi, davanti al semaforo rosso, qualcuno mangia fuoco, qualcuno lava parabrezza, qualcuno vende fazzolettini di carta, gomme da masticare, bandierine e bambole che fanno pipì. Qualcuno ascolta alla radio l’oroscopo, contento che gli astri si occupino di lui. Camminando tra gli edifici qualcuno vorrebbe comprare silenzio o aria, ma non gli bastano i soldi. In un sudicio sobborgo, tra sciami di mosche di sopra ed eserciti di topi di sotto, qualcuno affitta una donna per tre minuti: in una stanzuccia di bordello il violentato diventa violentatore, sempre meglio che con un’asina al fiume (o sui monti: lì, in li monti di mola, la manzana, un’aina musteddina era pascendi… ). Qualcuno parla solo davanti al telefono, dopo aver appeso la cornetta. Qualcuno parla solo davanti al televisore. Qualcuno parla solo davanti alla macchina mangiasoldi. Qualcuno annaffia un vaso di fiori di plastica. Qualcuno sale su un autobus vuoto, la mattina presto, e l’autobus resta vuoto come prima.

(E. Galeano)

Annunci

Written by Ezio

25 novembre 2009 a 14:45

Pubblicato su Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: