Palabrasenelviento

Palabras en el viento

Sottrarsi

leave a comment »

tramontoHo avuto l’impressione, come capita di solito a quelli della mia specie, che la società cercasse semplicemente di spogliarmi o di strapparmi la corazza, che fosse decisa a farlo in modo spietato, che non avesse nessun interesse per me come persona, o per la misura di umiliazione o degradazione che poteva infliggermi nel farlo. Io mi sono rifiutato ostinatamente di lasciarmi manipolare, controllare, o costringere a obbedire ciecamente sotto la costrizione di paura o minacce o punizioni, per quanto severe fossero. Anzi, sono giunto a mettere in discussione la validità di una società preoccupata più di imporre la propria volontà che di ispirare il rispetto. Mi sembrava che ci fosse qualcosa di grossolanamente errato in questo. “Ti faremo diventare buono!” mi hanno assicurato, e io mi sono detto che nessuno doveva, voleva o poteva farmi diventare niente. E l’ho dimostrato.

(Caryl Chessman)

Annunci

Written by Ezio

7 ottobre 2009 a 17:05

Pubblicato su Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: