Palabrasenelviento

Palabras en el viento

Gli assassini sono tra noi

leave a comment »

Ho visto questo manifesto

per la prima volta, l’altro ieri, sul blog della Valent; oggi lo ritrovo sul blog di Franco, con un classico commento Venturesco sul blog di Riccardo, e con l’aggiunta di uno spunto su quello di Red.
Cose che non mi stupisco di leggere. Cose che si stupisce di leggere (forse) chi s’è turato il naso e l’ha votati.
Non dovrei commentare, di politica ci capisco una sega nulla e ancor meno della pubblicità progresso messa in moto dai partiti, però mi sembra di poter dire che si è passati dalla sovranità popolare alla dittatura della maggioranza, giungendo poi alla manipolazione del consenso per finire all’induzione al consenso.
Si vota (chi vota) quel che passa il convento, e il piatto pare essere unico e comunque l’unico “democratico”.
“Gli assassini sono tra noi” è un bel libro di Simon Wiesenthal, che lessi in età pre-masturbativa o già masturbativa (chi se la ricorda più la prima sega!) e credo che il verbo presente, nel titolo, sia da tenere a mente ben più di una profezia di Michel de Notre Dame.

Annunci

Written by Ezio

19 maggio 2008 a 23:17

Pubblicato su Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: